A Francesca Tadini, 2017, 2542 giorni

Francesco Tadini

Francesco Tadini – “A mia figlia – 2542 giorni , 61.008 ore, 3.660.480 minuti”. Duemilacinquecentoquarantadue giorni nei quali i secondi, i minuti, le ore… hanno messo radici come alberi di città. Si sono propagati sotto l’asfalto dei marciapiedi, deformandoli, a volte squarciandoli.
E io cammino come un cieco senza bastone, sperando di non inciampare.
Quasi quattro milioni di minuti a chiedermi dove sei. Senza risposta.




Mi ricordo il Sole, le figure… Rammento ogni cosa degli anni della luce. Ogni tuo sguardo, ogni sorriso.

Di notte, per lo più, non dormo.
Canto, tra me e me, le canzoni che cantavamo insieme. Cerco di convincermi che questo è un mondo del quale tu continui a essere la Luna. Orbito in quella che immagino essere la tua strada.

Se è un mondo, deve avere una forza di gravità, mi dico. Deve tenere insieme le cose e attrarre le particelle simili! Un papà e una figlia nascono insieme, dopotutto. Nemmeno il Padre Eterno può essere padre, prima di aver generato l’eternità.

Al buio si possono fare molte cose. Mi convinco ancora che la migliore sia sognare. Hai letto Alice nel paese delle Meraviglie? A un certo punto lei chiede a Bianconiglio “Per quanto tempo è per sempre?”. E lui risponde “A volte, solo un secondo”.

Mi basterebbero pochi secondi: troppo pochi per parlare, ma abbastanza per tenerci per mano e guardarci negli occhi… Figlia mia!

Francesco Tadini

Francesco Tadini

Francesco Tadini è fondatore e direttore artistico di Spazio Tadini in via Jommelli 24 a Milano. Casa Museo e archivio delle opere di Emilio Tadini, sede di mostre ed eventi. Location.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *