Mario Schifano visto da Vittorio Fagone – catalogo mostra Studio Marconi Milano

Mario Schifano

Mario Schifano, dettaglio dall’opera Camminare, 1965

Mario Schifano: l’artista visto da Vittorio Fagone – dal catalogo delle mostra a Milano a Studio Marconi nel novembre del 1974. (…) C’è una predilezione nell’opera di Mario Schifano (nato a Homs, Libia, nel 1934 – morto a Roma nel 1998 n.d.r.) per una energetica della pittura e, non meno viva, per una segnaletica dell’immagine, che, va detto, vale per una sorta di raddoppiamento della pittura, del suo sistema.

Mario Schifano

Catalogo della mostra a Milano di Schifano a Studio Marconi

Quando Mario Schifano arriva alle sue esperienze pop , vi arriva scoprendo non degli oggetti, ma dei segnali. Nel trasporto di questi segnali da un codice a un altro egli non immobilizza queste immagini ma ne sollecita un senso diverso. Il processo è della pop art di Jasper Johns, che trasporta bandiere e bersagli, e ha una sua indubbia efficacia: le immagini sono immagini d’altre immagini, distorcono e attivano significati. Nel caso di Mario Schifano, questo guardare al mondo come attraverso una serie di immagini, di scritture già date da interpretare e trasportare, diventano una sorta di ossessione, e viene continuamente verificato con una frenetica insistenza e accelerazione percettiva, per quanto egli sposti quelle figure e sequenze (…)

Al ritratto del pittore di estenuate dolcezze, di miracolose improvvisazioni, noi preferiamo quello meno clamoroso di un artista che, in una serie ragionevolmente variata di esercizi, cerca di verificare una virtualità del sistema dell’immagine; operando nell’assenza e nel pieno, impegnando un vitalismo di forti tensioni e accensioni, ma anche una riflessione culturale sui luoghi e i segni di una tradizione europea che ne vincoli di una continuità culturale sa muoversi senza impaccio, anzi con vantaggio (…)

dal catalogo della mostra a Studio Marconi in via Tadino 15, Milano, 1974 – con testi di Vittorio Fagone, Maurizio Calvesi e Arturo Carlo Quintavalle. Il testo è stato riprodotto anche a pagina 115 del volume “Autobiografia di una galleria – Lo Studio Marconi 1965 / 1992” edito da Skira.

Vittorio Fagone

su Mario Schifano

Mario Schifano

Mario Schifano, Camminare, 1965, smalto e grafite su tela – courtesy Fondazione Marconi

Mario Schifano partecipa alla Biennale di Venezia nel 1964, l’anno seguente partecipa alla mostra che apre in via Tadino 15 Studio Marconi con gli artisti con Valerio Adami, Lucio Del Pezzo, Emilio Tadini.

Studio Marconi

Autobiografia di una galleria – Lo Studio Marconi 1965 – 1992

Tale esposizione è stata riproposta dal 10 febbraio al 25 marzo 2016 nei grandi spazi di Fondazione Marconi con il titolo “Adami, Del Pezzo, Tadini, Schifano (50 anni dopo…)”. L’ufficio stampa è stato curato da Cristina Pariset.

Autobiografia di una galleria è in consultazione nell’archivio / Casa Museo di via Jommelli 24 – diretto da Francesco Tadini e Melina Scalise – per tutti i soci dell’Associazione Culturale.

Francesco Tadini

Francesco Tadini è fondatore e direttore artistico di Spazio Tadini in via Jommelli 24 a Milano. Casa Museo e archivio delle opere di Emilio Tadini, sede di mostre ed eventi. Location.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *