Sony fotocamere, novità per la fotografia e mostra Sony World Photography Awards a Spazio Tadini

Sony World Photography Awards

Sony World Photography Awards: la conferenza stampa per la grande mostra fotografica a Milano, a Spazio Tadini

Sony fotocamere, novità nel campo della fotografia professionali e prosumer e mostra Sony World Photography Awards a Spazio Tadini, Milano a cura di Denis Curti. La Sony è una società specializzata in prodotti tecnologici; da sempre uno dei colossi del mercato, le sue ultime novità nel campo delle fotocamere professionali e prosumer (a livello intermedio tra amatoriale e professionale) si sono rivelate dei piccoli gioielli capaci di competere con le classiche Nikon e Canon. Vediamo quali sono.
Sony DSC-RX100 non è propriamente una novità essendo sul mercato dal 2012 ma si conferma, anno dopo anno, una delle migliori macchine fotografiche prosumer dell’anno grazie alle diverse versioni che ne migliorano la perfomance.

Denis Curti

Denis Curti a Spazio Tadini per la mostra dei Sony World Photography Awards

Esistono 4 versioni a seconda delle esigenze del cliente ma hanno tutte un denominatore comune: l’assoluta qualità di base.
La Sony DSC-RX100 Mark 1 è la prima versione ma rimane una delle più amate per il suo rapporto qualità/prezzo.
È la più economica e un peso notevolmente ridotto (soli 240 grammi).
Si avvicina al mondo professionale grazie alla possibilità di salvare le foto in formato RAW, un display brillante a parità dello stesso consumo energetico del classico display, monta l’ottica Carl Zeiss con diaframma 1,8 (le ottiche di questa marca sono eccellenti e il diaframma ridotto permette di scattare in condizioni di luce pessime e di ottenere fotografie molto luminose) e se temete che alzando gli ISO otterrete risultati poco nitidi, state sicuri che con il sensore CMOS Exmor R il rumore sarà un pericolo lontano.
La Mark 2 mantiene queste caratteristiche eccetto l’obiettivo luminoso ma ha la possibilità di aggiunta di un flash esterno, un sistema Wi-Fi e NFC e uno schermo orientabile.
La Mark 3 ha un costo superiore ma aggiunge il mirino ottico, video in slow motion e il filtro ND incluso, ha il deficit però di non registrare video in 4k.
Quest’ultima funzione è riscontrabile nell’ultima versione di questo gioiello: la Mark 4.
La Sony DSC-RX100 Mark 4 rappresenta il top racchiudendo tutte le caratteristiche delle precedenti, aggiunge la possibilità di rallentare ulteriormente i video e lavorare con una velocità di scatto incredibile (1/32000) con il suo schermo di 20.1 mexapixel e l’LCD da 3” orientabile a 180°, ha il deficit però di non poter aggiungere flash esterni e di avere un costo medio di 1.000€ non accessibile a tutti.
Rumors e voci all’interno del settore parlano di una versione Mark 5 in arrivo entro autunno/inverno 2016-2017 ma nulla è sicuro a causa del recente terremoto in Giappone che ne ha rallentato la realizzazione.
Le uniche notizie trapelate parlano di un sistema AF ibrido con 179 rilevati e AF continuo fino a 40 FPS, un obiettivo zoom più lungo (24-80 mm) e infine una nuova ergonomia più comoda e performante.
Queste fotocamere, a prescindere dalla loro versione, sono ideali per chi vuole avere la comodità di una compatta digitale senza rinunciare alla qualità e all’effetto professionale.

mostra Sony World Photography Awards

mostra Sony World Photography Awards a Spazio Tadini: un momento della conferenza stampa a Milano

Continuando con i rumors, è previsto l’immissione sul mercato della fotocamera prosumer Sony A5300, prima in assoluto con questo nome (anche se non è ancora stato confermato), vuole andare a sostituire la A5100.
Tra le sue specifiche troviamo un sensore APS-C CMOS Exmor (lo stesso di A6300 e DSC-RX100) da 24.2 megapixel, registrazione dei filmati video in 4K, display touch-screen inclinabile da 3.0”, GPS incorporato, connettività Wi-Fi con NFC.
Ovviamente trattandosi solo di una voce, non sappiamo quando verrà messa ufficialmente in commercio anche perché attualmente la Sony A6300 sta vendendo moltissimo ed è stata apprezzata talmente tanto da ricevere un punteggio alto nell’ 85% delle opinioni degli esperti di DPReview.
Quest’ultima, con un prezzo medio di 1300 euro (solo corpo) è particolarmente amata per la velocità del suo AF che con 0.05 al secondo è attualmente il più veloce al mondo.
I punti rilevati dall’AF sono 425 sono distribuiti su tutto il quadro per poter essere certi di riprendere qualsiasi punto con molta chiarezza, lo scatto continuo è veloce e dinamico con un massimo 11 fps, permette al fotografo di non perdere nessun momento importante specialmente negli scatti sportivi.
Il sensore della macchina fotografica è CMOS Exmor, con una sensibilità ISO fino a 51.200.
Per i provetti videomaker invece la ripresa video è a 4K Ultra HD, con ampia gamma tonale che permette di lavorare su colori brillanti e vivaci; inoltre all’interno del setting vi sono molte funzioni capaci di donare al video un effetto finale da vero professionista.
Tra le altre specifiche della macchina vi sono la connettività Wi-Fi/NFC e QR code per trasferire tutti i dati sui dispositivi mobili con facilità.
Consigliata agli appassionati di sport e fotografia dinamica, alla ricerca di una macchina fotografica che riesca a scattare egregiamente in qualsiasi condizione.

La novità del 2016 è sicuramente la Sony RX10 III, da molti declamata come una delle migliori attualmente in circolazione.
Ha un sensore CMOS Exmor da 1” e risoluzione da 20.2 megapixel, schermo orientabile da 3 pollici, scatto continuo e registrazione dei filmati video in 4k.
Con il suo diaframma F2.4 – F4.0 e l’ISO massimo a 25600 è l’ideale per ottenere foto luminose con scarsità di luce, ma necessita di un buon controllo dei settaggi per non ottenere un risultato finale sfocato.
Realizzata con un Optical Steady Shot, permette di stabilizzare autonomamente l’immagine, il quale unito al sistema Fast Intelligent AF migliora la messa a fuoco anche nei soggetti dinamici.
Per le riprese video si può scegliere tra Ultra HD e Full HD, le prime con 30 fotogrammi al secondo contro i 60 del secondo. C’è anche la possibilità di filmare in slow motion grazie alla ripresa High Frame Rate.
Tra le altre caratteristiche della RX10 III vi sono l’uscita HDMI senza compressione, l’entrata per il microfono, l’uscita per le cuffie, una porta USB e la connessione Wi-Fi. Insomma, tutto quello che avreste sempre voluto in una fotocamera si è finalmente realizzato. Ufficialmente sul mercato da qualche mese, ha il deficit di avere un costo intorno ai 1600 euro, un po’ lontano dalle tasche dei consumatori ma è sicuramente un acquisto che vale il suo prezzo.

Grande attesa invece per la Sony α7R II che arriverà sul mercato da gennaio/febbraio 2017.
La macchina è una full frame con irresistibili novità tecnologiche che la proiettano direttamente nell’olimpo delle FF.
Con il nuovissimo sensore CMOS 35mm retroilluminato da 42.2 megapixel e una sensibilità fino a ISO 102.400, il fotografo avrà immagini incredibilmente nitide e luminose. Le fotografie possono essere salvate in diversi formati tra cui il formato RAW 14 bit non compresso, per poter post-produrre lo scatto sfruttando pienamente le potenzialità. E se in qualsiasi altra fotocamera con queste funzioni potrebbe creare problemi di rumore e immagini sfocate, la Sony ha pensato bene di ovviare a questi problemi introducendo un sistema AF ibrido molto veloce capace di automatizzare la ripresa del soggetto mantenendolo sempre a fuoco, esso riprende ben 399 punti AF per un totale del 45% dell’area, una percentuale mai raggiunta da nessun’altra fotocamera attualmente sul mercato.
La ripresa video è Ultra HD a 4k, sfrutta appieno i mexapixel permettendo al fotografo/videomaker di ottenere un filmato dinamico ma preciso, senza pixel oscurati o sfumati.
Un bolide della fotografia che faciliterà notevolmente il lavoro dei professionisti e permetterà loro di conoscere nuove vette.
Ideale per chi necessita di una macchina fotografica al passo con i tempi, con lo scopo di diminuire il carico del lavoro facilitando la gestione e le varie fasi di scatto.

Sony World Photography Awards

a Spazio Tadini

Passate a Spazio Tadini in via Jommelli 24 a Milano: è aperta la grande mostra fotografica – vedi >LINK – , fino al 16 ottobre 2016, dove Sony espone – per la prima volta in Italia, promossa dalla World Photography Organisation – le fotografie vincitrici e finaliste del più grande concorso fotografico al mondo: i Sony World Photography Awards.

Francesco Tadini

Francesco Tadini è fondatore e direttore artistico di Spazio Tadini in via Jommelli 24 a Milano. Casa Museo e archivio delle opere di Emilio Tadini, sede di mostre ed eventi. Location.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *