Spazio Tadini 2016 – 2017: non solo mostre, spettacoli, concerti ed eventi a Milano

Spazio Tadini

Spazio Tadini, via Jommelli 24, Milano – foto di Francesco Tadini

Spazio Tadini 2016 – 2017: non solo mostre, spettacoli, concerti ed eventi a Milano. Francesco Tadini e Melina Scalise, soci fondatori della Casa Museo di via Jommelli 24 a Milano (vedi MAPPA) augurano il benvenuto a tutto il pubblico, a tutti gli artisti e agli appassionati d’arte d’ogni genere per la nuova (impegnativa!) stagione artistica. Oltre a ciò – più in là della frase di rito beneagurante – auspico che il gruppo di collaboratori giovani che sta consolidandosi – e ampliandosi – possa trovare nell’associazione culturale un’occasione di stimolo intellettuale e crescita professionale che porti – quasi letteralmente – a “strappare di mano” al sottoscritto e Melina l’organizzazione e la gestione futura di Spazio Tadini. A partire, naturalmente, dal “caposaldo” storico (ma sempre giovane) rappresentato dalla socia onoraria Federicapaola Capecchi, che sta portando a termine il LinosArt 2016: un Festival Internazionale sull’isola di Linosa di danza, teatro, musica, cinema, fotografia e arti performative nel corso del quale ha proposto la replica dello spettacolo E Ancora, ispirato all’opera Fiaba Image Magie di Emilio Tadini (è andato in scena sabato 10 settembre 2016 all’Anfiteatro – Scalo Vecchio di Linosa)… per continuare con lo stesso gruppo – abbastanza largo, non sto a nominarli uno ad uno – di artisti che, oltre ad aver realizzato mostre personali e partecipato ad esposizioni collettive in quella che fu “una vecchia tipografia” e un atelier d’artista, si sono affezionati allo Spazio e – crediamo – alla sua apertura ai nuovi orizzonti della ricerca artistica.

La novità dell’ultimo anno, in tema di collaboratori, è stata indubbiamente la partecipazione – con i loro testi, le loro idee, la loro curiosità culturale – di “quelli di” Milano Arte Expo magazine: il blog (vedi LINK) che ho fondato quattro anni fa e portato avanti con il contributo di Melina Scalise e di Federicapaola Capecchi per vario tempo. Nel corso della stagione artistica 2015 / 2016 ho voluto ampliare la “portata” comunicativa del blog – che ha raggiunto e superato picchi di svariate migliaia di visitatori unici settimanali – con l’innesto di “scrittura fresca”. Samanta Airoldi, Annalisa D’Amelio, Stefano Malvicini, Maria Zizza, Eleonora Prado (artista da non perdere d’occhio, non solo in ragione della sua riuscitissima mostra personale a Spazio Tadini pochi mesi fa!), Michela Ongaretti, Francesca Ortu, Luca Pietro Nicoletti, Lorenzo Bonini, Tiziana Vanetti, Sergio Mandelli, Cristina Palmieri, Silvia Ceffa e altri ancora ci hanno regalato – con le loro peculiarità e la loro intelligenza – “visioni” della città di Milano, delle sue mostre d’arte contemporanea, dei suoi eventi clamorosi (vedi Expo 2015, seguito “da dentro” da una infornatissima e accurata Michela Ongaretti)) e non che – oltre ad aver accresciuto non poco il pubblico quotidiano di Milano Arte Expo – hanno rappresentato, per noi, ossigeno e slancio per il futuro. L’auspicio è che tale gruppo possa consolidarsi e raggiungere un’unità di obiettivi ancora superiore. In poche parole: una vera forma cooperativa.

Michela Ongaretti (con il design) e, con particolare intensità e frequenza Samanta Airoldi hanno già cominciato, nel corso degli ultimi mesi della stagione passata, a organizzare incontri a Spazio Tadini gestendo gli eventi “in proprio”. Credo che la vitalità di un centro culturale dipenda precisamente dalla varietà degli approcci e delle “letture” che vi si propongono e che vi abitano. Abbiamo già invitato Stefano Malvicini (con una mostra sulla scena della street-art milanese) e Luca Pietro Nicoletti a proporre e a curare mostre allo Spazio per il 2017.

Apriremo la stagione – dopo una preview stampa il 15 – con l’inaugurazione venerdì 16 settembre 2016 in via Jommelli della mostra di fotografia del più grande premio fotografico del mondo: il Sony World Photography Awardsvedi LINK – per la prima volta in Italia. Resterà aperta fino al al 16 ottobre, precedendo un’altra importante mostra dedicata al grande fotografo Franco Fontana e a “Quelli di Franco Fontana” curata da Federicapaola Capecchi e Mosé Franchi. Sarà un’occasione anche per riunire il gruppo di collaboratori e accoglierne di nuovi.

Sempre parlando di programmi, partirà a Spazio Tadini, con Gianni Berengo Gardin, Francesco Cito e Settimio Benedusi un semestre nel segno della fotografia, e non solo con esposizioni:  a cura di Federicapaola Capecchi, si avvia una collaborazione / gemellaggio tra lo Spazio, Mosé Franchi e Image Mag, la rivista bimestrale di grande formato che racconta storie di fotografi e di fotografia. Saranno incontri da non perdere: da mercoledì 26 ottobre…

Date anche un’occhiata a uno dei miei precedenti articoli – vedi LINK : butto lì l’idea (organizzerò un incontro per fine settembre) della “blabla Art” con la possibilità di prenotare un passaggio di opere d’arte… una start-up. Ci state?

E poi un consiglio: andate in bicicletta! Il 2017 sarà un anno di privilegi per i ciclisti, anche a Spazio Tadini (non anticipo altro, per il momento!)

Chiudo invitando Voi, cari lettori, a farvi avanti con proposte e idee. Vi aspettiamo!

Francesco Tadini

Francesco Tadini

Francesco Tadini, settembre 2016, foto di Melina Scalise

Francesco Tadini

Francesco Tadini è fondatore e direttore artistico di Spazio Tadini in via Jommelli 24 a Milano. Casa Museo e archivio delle opere di Emilio Tadini, sede di mostre ed eventi. Location.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *